I benefici dello yoga per i runner | L’angolo del fitness | SportsShoes.com
I benefici dello yoga per i runner

I benefici dello yoga per i runner

Scritto da: SportsShoes

Carla Molinaro, ultra runner del Team GB e allenatrice di running, si unisce a noi per offrire una sessione di yoga progettata appositamente per i corridori, dove ci spiega i benefici dello yoga per i corridori e risponde a molte altre domande frequenti.

QUALI SONO I BENEFICI DELLO YOGA PER I RUNNER?

YSenza dubbio lo yoga apporta una serie di benefici per i runner, Perché rilassa, sviluppa la forza, aumenta la flessibilità e previene gli infortuni. Vediamoli in dettaglio:

1. SVILUPPO DELLA FORZA

Lo yoga rafforza gli arti inferiori del corpo e il busto aiutandoti a ottenere più potenza nelle tue corse. Grazie a questa disciplina impariamo a stabilizzare e rafforzare il nostro corpo e a migliorare i nostri movimenti. Incrementando la stabilità dell'anca, si forma un bacino solido che aiuta a guidare le gambe in avanti e sviluppare forza nelle braccia e nelle spalle grazie a pose come il cane verso il basso.

2. AUMENTO DELLA FLESSIBILITÀ

Attraverso una varietà di pose diverse, lo yoga aumenta e facilita la tua gamma di movimento favorendo una falcata potenziata e, in questo modo, aiutandoti a diventare più veloce. È indispensabile ottenere un equilibrio tra flessibilità e corsa, poiché in realtà i nostri muscoli dovrebbero possedere una certa rigidità che convoglia la forza a muoverci e spingerci in avanti. Si tratta di raggiungere il giusto equilibrio con una buona libertà di movimento e una certa solidità muscolare per farci correre veloci!

3. PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI

Quando corriamo, mettiamo sotto stress il nostro corpo e i nostri muscoli si irrigidiscono. Se non facciamo nulla per compensare questo processo, sottoponiamo a stress il sistema scheletrico e, a lungo andare, i muscoli diventano più deboli e più vulnerabili alle lesioni. Lo yoga aiuta a sviluppare l'equilibrio, la simmetria e l'allineamento del nostro corpo e questi, a loro volta, aiutano a evitare quelle lesioni che accadono spesso perché siamo instabili e compensiamo eccessivamente, ad esempio, un movimento scorretto dell’anca stretta o uno stiramento nella parte bassa della schiena.

4. RILASSAMENTO

Questo è un beneficio importante! Trovo che come corridori cerchiamo sempre di sudare, spingendo i nostri corpi al limite e e puntando a sudare per dimostrare di essersi allenati veramente. A volte però è bene rilassarsi. Grazie allo yoga e al rallentamento intenzionale dei movimenti si facilita il rilassamento, indispensabile nelle nostre vite sempre così frenetiche. Sicuramente, potresti ancora trovare alcune pose impegnative e suderai, ma in altre riuscirai a rilassarti e forse addirittura addormentarsi (una volta mi è capitato di addormentarmi per un'intera ora di sessione di yoga, è stato fantastico! ? ), ma il tuo corpo te ne sarà grato.

standing on hands yoga position

QUALE STILE DI YOGA È IL PIÙ CONSIGLIATO PER I RUNNER?

Tutti gli stili di yoga portano benefici, si tratta piuttosto di trovare un tipo e un insegnante che ti piacciano. Una lezione in stile Hatha o Vinyasa è probabilmente un buon punto di partenza poiché le pose si basano su flussi e movimenti che faranno muovere il tuo corpo nelle giuste direzioni. Lo yin è ottimo anche quando mantieni le posizioni più a lungo e alleni il tessuto connettivo e la fascia che circondano i tuoi muscoli. Il Nidra può essere utile se vuoi rilassarti e facilitare il sonno, ma non aiuta ad aumentare la flessibilità.

Sono specializzata in yoga per il running e nelle mie lezioni mi concentro su come si muove il corpo di un runner e prendo gli elementi di yoga ai quali aggiungo equilibrio e forza, ma non incorporo il lato meditativo dello yoga, per quello mi basta correre!

SI PUÒ FARE YOGA CON LA SINDROME DEL GINOCCHIO DEL CORRIDORE?

Sì, si può e lo yoga può davvero aiutare ad alleviare questo problema. Ci sono molti fattori che causano la sindrome del ginocchio del corridore, tra i quali un’infiammazione della bandelletta ilio-tibiale, il muscolo del gluteo debole (penso che, a un certo punto della loro vita, alla maggioranza di chi pratica running venga detto che hanno glutei deboli - è completamente normale) e fianchi stretti. Se guardi il video (in inglese, sopra) ci sono alcuni ottimi esercizi per aiutarti a combattere questa sindrome.

È MEGLIO PRIMA CORRERE O FARE YOGA?

Dipende da te e, per rispondere brevemente, non importa a quale attività ti dedichi per prima, basta che la fai! Alcune persone preferiscono eseguire una buona sessione di stretching prima di fare running e altri preferiscono fare streching dopo. Personalmente, preferisco fare yoga come ultima cosa prima di andare a letto perché mi fa sentire bene, rilassata e pronta per dormire!

LO YOGA RENDE I CORRIDORI PIÙ VELOCI?

Sì! Questa disciplina aiuta ad aumentare la gamma di movimento delle articolazioni e dei muscoli, rafforzando quest’ultimi e potenziando la tua corsa. Lo yoga può aiutare ad attivare tutti i muscoli del corpo che diventano pigri nel running e, coinvolgendo più fibre muscolari, si genera più potenza per andare avanti più rapidamente.

lying on the back yoga position

PER CHI FA RUNNING, FARE YOGA È UN ALLENAMENTO DI FORZA SUFFICIENTE?

Penso che sia un ottimo inizio, ma dovresti davvero incorporare una sessione di forza e condizionamento muscolare completo nel tuo programma di allenamento, insieme alla tua sessione di yoga e alle tue corse. ti dà la preparazione giusta e ti aiuta a lavorare su agilità, forza, equilibrio e flessibilità, oltre a prevenire gli infortuni e a correre al massimo delle tue capacità.

COME TROVARE IL GIUSTO EQUILIBRIO TRA LO YOGA E IL RUNNING?

Questa è la parte difficile, ma ti consiglio di non esagerare sul fronte dello yoga. Io faccio 1 sessione di forza e condizionamento muscolare e 1 sessione di yoga a settimana, di solito nei miei giorni di corsa leggera. Le mie sessioni durano tra i 30 ei 40 minuti e trovo che siano giuste per me, in quanto ne sento i benefici e riesco a farle rientrare nel mio programma di allenamento.

Se hai poco tempo, combina una corsa a una sessione di yoga. Prepara il tuo materassino prima di uscire di casa per essere pronto a fare stretching appena rientri a casa!

LA FLESSIBILITÀ È UN BENE O UN MALE PER I RUNNER?

Ottima domanda! Per chi fa running un certo grado di tensione nei muscoli è davvero fondamentale, in quanto crea la forza necessaria per spingere in avanti. La maggior parte dei corridori che ho modo di osservare e con cui lavoro ha però muscoli veramente tesi e questo può effettivamente ostacolare le prestazioni poiché impedisce di ottenere l'intera gamma di movimento. Se essere troppo flessibili può non tornare utile, a meno che tu non sia un contorsionista, ed è un dato di fatto che il runner medio fatica a fare stretching e toccare le dita dei piedi mantenendo le gambe dritte, una maggiore flessibilità ti farà sicuramente del bene e non del male!

 

 

Ringraziamo Carla Molinaro per questi ottimi consigli e, se hai interesse per lo yoga e per i benefici che può apportare al tuo corpo, ti suggeriamo di controllare il suo sito web (in inglese): Carla non è solo un’istruttrice sportiva e insegnante di yoga, ma anche un'ultra runner da record e allenatrice di running.

Se stai perfezionando le tue pose di yoga preferite, che sia per i social o per il tuo benessere, assicurati di avere tutto ciò di cui hai bisogno. Il nostro Store dello yoga è rifornito con una vasta gamma di abbigliamento e accessori per questa disciplina, quindi, indipendentemente dal tuo livello di abilità, avrai la certezza di avere tutto l’occorrente.

Articoli correlati: Le posizioni di yoga più instagrammate | L’Angolo del Fitness | SportsShoes.com


TAGS:

PayPal Direct

Aspetta che autorizziamo il tuo pagamento

Caricamento

PayPal Direct

Please wait...

Caricamento

PayPal Direct

Ci dispiace ma c'è un errore con PayPal prova piu' tardi o alternativamente usa un altro metodo di pagamento.

Zopim Cloud Bubble
Live Chat
Loading...