Cos'è il “Fastest Known Time”? | L’angolo del trail | SportsShoes.com
Cos'è il “Fastest Known Time”?

Cos'è il “Fastest Known Time”?

Cos'è il “Fastest Known Time”?

Scritto da: Ben Mounsey

Il trail running ha visto molti cambiamenti negli ultimi anni, tra i quali un accentuato aumento della popolarità delle sfide trail FKT.

COS’È ESATTAMENTE UN “FASTEST KNOWN TIME”?

L’acronimo inglese FKT che sta per "Fastest Known Time" e significa letteralmente “tempo più veloce”, ossia il miglior tempo conosciuto, è ora un termine comunemente usato nel mondo del trail running. È essenzialmente una gara senza organizzazione e regole in cui un individuo stabilisce un record su un particolare percorso. La maggior parte dei FKT si svolgono su sentieri consolidati, come ad es. il Pennine Way, così chiamato perché attraversa i monti Pennini che si estendono dall’Inghilterra fino al confine scozzese per circa 430 km. Se questo è un percorso conosciuto e molto apprezzato da escursionisti e trail runner, è però in rapida crescita il numero di percorsi unici e personalizzati che non sono mai stati tentati prima.

È facile comprendere perché questo tipo di sfida trail sia diventato così di tendenza, in particolare considerando l'attuale situazione di pandemia e il fatto che le sfide auto-organizzate sono completamente gratuite. Al momento, a causa del lockdown inglese, non ci sono gare in nessuna parte del Regno Unito ed è improbabile che tornino presto. Anche nel resto d’Europa e a livello globale, la situazione è molto simile e le poche gare che sono tornate si sono svolte o si svolgeranno in un formato e con regole molto diverse.

‘I “FASTEST KNOWN TIME” SONO DESTINATI A RESTARE’

I social media, i dispositivi GPS, i siti e le app di mappatura digitale hanno contribuito al rapido aumento di popolarità dei Fastest Known Time, consentendo ai trail runner di pianificare i percorsi in modo più semplice ed efficace. Le informazioni sono letteralmente a portata di mano, più prontamente disponibili e completamente accessibili a tutti. Prendiamo ad esempio la Wainwrights Challenge (sito in inglese), una delle sfide trail più popolari nel Regno Unito, che include le vette del parco nazionale inglese Lake District, nel nord dell’Inghilterra, elencate nella guida illustrata redatta dall’escursionista Alfred Wainwright. L'attuale detentore del record di velocità per questa sfida FKT, Paul Tierney (vedi foto), testimonial del brand Inov-8, ha fatto notizia stabilendo un nuovo record nel giugno 2019 in un solo tentativo, “toccando” tutte le 214 vette menzionate da Alfred Wainwright, in un tempo sbalorditivo di 6 giorni, 6 ore e 5 min.

Questa particolare sfida era talmente imponente che Paul ha fatto molto affidamento su coloro che avevano percorso il sentiero prima di lui. Il detentore del record precedente, Steve Birkinshaw (con un FKT di 6 giorni, 12 ore e 58 minutes) è stato di enorme aiuto per pianificare il tentativo di Paul, fornendogli i dettagli del suo percorso, il programma dei tempi, oltre ai suoi preziosi consigli, persino sostenendolo sul percorso. Si potrebbe giustamente pensare che sia strano offrire così tanta assistenza, dal momento che il suo record era minacciato e certamente questo va contro la competitività che ti aspetteresti di vedere in una gara organizzata. Questa è però l'etica nel mondo delle sfide “Fastest Known Time”: unità, supporto e rispetto sono tutti attributi chiave nel trail running.

Anche la pubblicità che circonda queste sfide è cambiata radicalmente. In passato, questo tipo di challenge di solito passava inosservato fino a quando non si batteva un record o si compiva un'impresa memorabile. Il detentore più famoso del record della sfida Wainwrights, Joss Naylor, che ha cronometrato un tempo di 7 giorni, 1 ora e 25 minuti nel 1987, di certo non aveva attirato la stessa attenzione del recente tentativo da record di Tierney.

L'ASCESA DEL FENOMENO DEL "DOT WATCHING" PER IL FKT

È chiaro che i social media e i siti web hanno avuto un ruolo importante nella promozione delle sfide “Fastest Known Time” di alto profilo, coinvolgendo i membri della comunità di trail running come mai prima d'ora. Di conseguenza, da allora è emerso il nuovo fenomeno del "dot watching": i corridori che affrontano sfide di lunga distanza di solito portano con sé un dispositivo di tracciamento o localizzatore GPS, in parte per sicurezza e in parte come prova ufficiale di aver seguito correttamente il percorso. Questo monitoraggio fornisce anche un intrattenimento dal vivo per i “dot watcher”, un enorme pubblico virtuale incollato agli schermi dei computer, talmente affascinato dal puntino sullo schermo in movimento che traccia il percorso effettuato dal runner che ricarica continuamente la pagina web per vedere l'ultimo aggiornamento in corso.

QUESTE SFIDE HANNO STRAVOLTO LE REGOLE DEL TRAIL RUNNING

Questo tipo di sfide ha per davvero stravolto le regole del trail running. Questa sfida contro il tempo rompe la conformità, la struttura e le regole delle gare organizzate, in quanto offre alle persone la libertà di affrontare una sfida esattamente quando desiderano farlo. Questa flessibilità nella gestione e nell'esecuzione è particolarmente vantaggiosa quando si tratta di pianificare il proprio tentativo tenendo in conto fattori esterni come il tempo o gli impegni di lavoro.

Questo livello di libertà ha però il suo prezzo da “pagare”. Le gare ufficiali sono infatti provviste di regole e strutture da seguire, entrambe essenziali e fondamentali per la nostra sicurezza. Kit di controllo, moduli medici e numeri di emergenza sono tutti esempi delle cose che dobbiamo necessariamente fornire agli organizzatori della gara per aiutarci a tenerci al sicuro. Dopo tutto, correre in ambienti esterni estremi può spesso farci sentire esposti: le colline sono luoghi pericolosi e il trail running non è privo di rischi. Chiunque stia prendendo in considerazione questo tipo di attività deve farlo dopo un'attenta considerazione, valutando i rischi e assicurandosi di aver pianificato tutto nei minimi dettagli.

È di capitale importanza che chiunque tenti una simile sfida non eserciti alcuna ulteriore pressione sui servizi di emergenza e assistenza sanitaria nazionali, soprattutto data la gravosa situazione causata da Covid. I siti web del soccorso alpino e della Protezione Civile forniscono informazioni e consigli aggiornati e dettagliati su come stare al sicuro all'aperto.

COME PARTECIPARE AI FKT

Chiunque sia alla ricerca di ispirazione per i FKT non deve andare molto lontano. Il sito Fastest Known Time (in inglese) ha un ampio elenco di tutti i percorsi di Ultra trail nel mondo, incluse quelle italiane. Ancora più importante, il sito fornisce una mappa con i percorsi, ideali per aiutare con la pianificazione logistica. Ad esempio, vale la pena partecipare anche ai forum per FKT su Facebook, poiché i membri di questi gruppi sono sempre disponibili e offrono supporto e consigli inestimabili.

Per chi fosse alla ricerca di una nuova sfida di trail running, le possibilità sono infinite con il Fastest Known Time e questo è il momento migliore per scoprire e pianificarlo. Questo tipo di sfida ha senza dubbio trasformato per sempre il mondo del trail running. In un mondo pieno di incertezze come quello attuale, una cosa è molto chiara: i Fastest Known Time sono decisamente destinati a restare.

Scopri di più sul trail running sul nostro Angolo del Trail o vai al nostro Store del Trail e assicurarti di avere tutto l’occorrente per iniziare la tua sfida FKT.


TAGS:

PayPal Direct

Aspetta che autorizziamo il tuo pagamento

Caricamento

PayPal Direct

Please wait...

Caricamento

PayPal Direct

Ci dispiace ma c'è un errore con PayPal prova piu' tardi o alternativamente usa un altro metodo di pagamento.

Zopim Cloud Bubble
Live Chat
Loading...